I segreti e i lati occulti dei tarocchi

Il mondo dei tarocchi è un posto meraviglioso e affascinante, ricco di potere mistico e di interessanti leggende. I tarocchi hanno ricevuto nel corso degli anni molte modifiche, che gli hanno fatto assumere un aspetto molto simile alle tradizionali carte da gioco.

Diamo un’occhiata alle carte più conosciute che compongono il vecchio mazzo dei tarocchi.

Ricordati, però, che non in tutti i mazzi possiamo trovare le stesse carte, infatti nella storia anche la cartomanzia è stata influenzata dalla religione e dalle culture di ogni popolo.

Comunque non c’è un mazzo ‘giusto’ oppure uno ‘sbagliato’, in quanto l’esperienza di lettura varia dal tipo di cartomante.

Una e carte più conosciute nel mondo della cartomanzia è di sicuro il Bagatto. Il bagatto può simboleggiare molte cose diverse in base alla domanda posta prima della lettura. Nella maggior parte dei casi, il giullare viene descritto come:

  • Inesperienza;
  • Libertà;
  • Audacia;
  • Avventura.

Nella storia ha sempre assunto il valore ZERO. Anche se tale denominazione non è un’assegnazione uniforme in tutti i ponti, il bagatto era generalmente visto sia una carta vincente.

Le interpretazioni moderne suggeriscono diversi significati in base al contesto, non necessariamente hanno una connotazione negativa, ma sono interpretati in questo modo nella maggior parte dei casi.

La seconda carta più importante della cartomanzia è sicuramente la Morte. Una delle carte più temute nel mazzo dei tarocchi, ma anche una delle più fraintese. La carta è quasi sempre interpretata come morte fisica.

In quasi tutti i casi, la carta indica un cambiamento, di solito profondo e attraverso la propria vita. Per alcuni, può assumere un significato positivo se la morte può essere utile in qualche modo.

Il numero assegnato alla carta ovviamente è il 13, un numero sfortunato in molte culture occidentali. Nei mazzi di carta da gioco moderni, l’asso di picche è considerato il discendente della morte.

La terza ed ultima carta più importante è il Diavolo.

La carta numero quindi è molto conosciuta, dato che nella maggior parte dei casi, significa desiderio animale e viceversa. Può anche essere interpretata come mancanza di moralità e di rispetto a scelte più moderate della vita.

Il diavolo, in molti casi è descritto come negativo, ma gode di una buona flessibilità, in base al contesto. Il soggetto che riceve questa carta nella sua lettura ha un comportamento che deve migliorare oppure eliminare del tutto, a meno che non voglia fare i conti con il diavolo.